PALERMO

Via Trapani, 3 - 091 7654690

BAGHERIA

Corso Butera, 500 – 091 8879450

LUN-VEN

9:00-13:00 | 16:00-19:30

 

Costi

Non tutto quello che si paga al Notaio è suo onorario.
Il costo complessivo di un atto notarile comprende:

 

  • le imposte e le tasse che il Notaio riscuote per lo Stato (che costituiscono la voce di spesa più consistente);
  • le spese che il Notaio sostiene presso la Pubblica Amministrazione per la preparazione dell’atto e per i successivi adempimenti;
  • i compensi per l’attività che il Notaio deve svolgere prima e dopo la stipulazione dell’atto (vedi la sezione L’attività del notaio);
  • gli onorari del Notaio;
  • l’IVA sulle voci di spesa che non costituiscono anticipazioni

 

Il costo complessivo dell’atto comprende anche le spese che il Notaio sostiene per garantire l’efficienza dell’organizzazione dello Studio.
La trasmissione telematica degli atti ai pubblici registri è, infatti, possibile grazie ad una infrastruttura informatica, creata dal Notariato completamente a spese della categoria, che collega i notai con la Pubblica Amministrazione.

L’onorario del Notaio è stabilito in base al valore dell’atto ed alla sua complessità.

Il Notaio, nell’esercizio di una pubblica funzione dello Stato, fornisce ai Suoi Clienti una prestazione complessa in forma professionale.

L’atto notarile, lungi dal riguardare soltanto il rapporto tra le parti, ha un valore aggiunto sotto tre profili:

 

  • la sicurezza del contratto, che evita alle parti costose e lunghe liti in giudizio;
  • la sua forza esecutiva nel recupero dei crediti e di prova privilegiata nel processo;
  • la certezza generale dei diritti, creata con l’affidabilità dei pubblici registri, che determina condizioni di stabilità sociale e un contesto di legalità necessario allo sviluppo economico

PREVENTIVI

Non è possibile fornire un preventivo esatto senza avere prima esaminato la pratica in tutta la sua interezza. Pertanto, il costo effettivo dell’atto potrebbe scostarsi, anche significativamente, dal preventivo fornito sia in positivo che in negativo.

Per richiedere un preventivo di massima occorre fornire i dati essenziali relativi all’atto da stipulare.

A titolo esemplificativo, nella tabella che segue, si indicano le informazioni necessarie per redigere un preventivo per i più comuni atti notarili.

  • rendite catastali
  • prezzo
  • l’atto è soggetto a imposta di registro o ad IVA? (il venditore è un privato o un’impresa costruttrice?)
  • all’acquirente spetta l’agevolazione per la prima casa?
  • ci sono crediti di imposta?
  • importo dell’ipoteca
  • importo del mutuo
  • si tratta di un mutuo fondiario o ipotecario?
  • rapporto di parentela
  • valore della donazione
  • al donatario spetta l’agevolazione per la prima casa?
  • i coniugi hanno immobili in comunione?
  • dove si trovano?
  • valore del fondo
  • dove si trovano gli immobili?
  • tipo di società
  • capitale sociale
  • tipo di società
  • valore delle quote cedute (per ogni cessione)
  • prezzo
  • l’azienda comprende immobili?

Per le pratiche complesse per fornire un preventivo serio è indispensabile la previa verifica dei documenti inerenti per assicurare serietà al preventivo stesso.

Richiedi un appuntamento

Compila il form e verrai ricontattato il più presto possibile


Accetto e acconsento la Privacy Policy del sito (richiesto)


Anti Spam



SEDE PALERMO

SEDE BAGHERIA