notaio
atto notarile

Dichiarazione di successione: documenti necessari


Documenti relativi al de cuis (soggetto defunto)
  • carta di identità e/o patente e/o passaporto;
  • codice fiscale o tessera sanitaria;
  • estratto per riassunto degli atti di morte recante la dicitura “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di servizi pubblici” (in carta libera per uso successione);
  • eventuale pubblicazione di testamento;
  • eventuali rinunce all’eredità;
  • in caso di accettazione con beneficio di inventario, verbale di inventario;
  • rapporto di parentela e/o coniugio con gli eredi e/o i legatari;
  • certificato di stato di famiglia “storico” (in carta libera per uso successione);
  • certificato di stato libero o, se coniugato, estratto per riassunto atto di matrimonio (da cui risulta il regime patrimoniale);
  • se separato o divorziato, sentenza o decreto di separazione;
  • eventuali atti di donazione effettuati dal defunto;

Documenti relativi a ciascun beneficiario (erede o legatario)
  • carta di identità e/o patente e/o passaporto;
  • codice fiscale o tessera sanitaria;
  • eventuale sussistenza per richiedere le agevolazioni “prima casa”;
  • eventuale sussistenza dei presupposti per richiedere l’agevolazione per prosecuzione dell’esercizio dell’attività di impresa;
  • in caso di pregresse donazioni agli eredi e ai legatari, copia degli atti di donazione

Documenti relativi alle attività
  • valore dell’eredità devoluta a coniuge e discendenti;
  • per ciascun immobile, visura catastale;
  • per ciascun terreno, certificato di destinazione urbanistica;
  • in caso di conti correnti bancari, libretti di risparmio, fondi di investimento e/o titoli (esclusi BOT, CCT e altri titoli di Stato), certificazione bancaria dei rapporti intestati al defunto alla data del decesso;
  • in caso di cassetta di sicurezza (intestata o cointestata al defunto), verbale di apertura e di inventario;
  • in caso di azienda individuale, visura camerale, situazione patrimoniale (al netto dell’avviamento e senza rivalutazione delle immobilizzazioni) alla data della morte;
  • in caso di quote di società, visura camerale, situazione patrimoniale (al netto dell’avviamento e senza rivalutazione delle immobilizzazioni) alla data della morte atto costitutivo e statuto aggiornato;
  • in caso di veicoli, non vanno inseriti in successione, ma occorre chiedere al P.R.A. l’intestazione a nome del nuovo titolare;
  • in caso di imbarcazioni, libretto di navigazione e valore di mercato;
  • in caso di navi o aeromobili, certificato dei pubblici registri recante l’indicazione degli elementi di individuazione e valore di mercato;
  • in caso di crediti del de cuis, titolo di legittimazione (se debitore è lo Stato, provvedimento di riconoscimento del credito) e importo del credito;
Documenti relativi alle passività
  • in caso di passività bancarie, documenti giustificativi (ad esempio, certificazione bancaria del mutuo o del saldo negativo del conto corrente);
  • in caso di mutuo su beni ereditari, atto di mutuo e dichiarazione di sussistenza di debito rilasciata dalla banca con firma autenticata (mod. 37);
  • in caso di spese mediche (sostenute negli ultimi sei mesi di vita), fatture e relative quietanze delle spese (sempre in originale);
  • in caso di spese funerarie, fatture (deducibili in misura non superiore ad euro 1.032,91)

NB Non è necessario, portare in detrazione le passività, se l’attivo ereditario è inferiore alla        franchigia (coniuge e figli hanno una franchigia di un milione di euro ciascuno).

Studio Notarile Fernandez
Palermo:  Via XX Settembre, 26 - 091 7654690
Bagheria:  Corso Butera, 500 – 091 8879450
P. IVA 06094220826 - Informativa